#STARBENEACASA

Prigionieri di un ambiente domestico abbiamo tutti bisogno di muovere il corpo e non solo per una sgranchita, non basta.

Il prolungato stare in casa richiesto dalle imposizioni governative e sanitarie contro il coronavirus ha ridotto il movimento in genere e il raggio d’azione di ciascuno di noi così come la pratica di una sana attività fisica nei vari luoghi e secondo le modalità consuete. E se molti di noi, soprattutto quelli più allenati o abituati a fare dell’attività fisica hanno organizzato gli spazi casalinghi per eseguire la routine di esercizi scaricata dal web o inviata dal proprio personal trainer, tanti altri stanno ancora a chiedersi cosa fare e perché.

Praticare dell’attività fisica in casa oltre a muoversi facendo giardinaggio, i lavori domestici di pulizia e riordino, qualche passo di danza dalla cucina al bagno, serve a mantenere alto il livello di buona salute e a difendersi dal coronavirus. Perché un’efficace difesa parte dall’essere in salute e avere un sistema immunitario efficiente.

Il rischio che si corre col passare del tempo è che, dopo l’entusiasmo iniziale di fare seriamente dell’attività fisica in casa, si ricada in comportamenti più sedentari. Un altro rischio, avendo molto più tempo a disposizione da trascorrere  in casa, è quello di rinviare di fare l’attività fisica.

La gestione della nostra vita parte dal saper organizzare la giornata e le giornate che si ripeteranno uguali, le stesse per tutti, chiusi in casa

Allora cosa fare? 

Fissare una serie di appuntamenti giornalieri tra cui i brevi momenti di esercizio fisico può diventare una sana abitudine che deve essere poi ripetuta nell’arco della giornata ed dei giorni che verranno.

Ripetendo nel tempo la nostra sequenza di esercizi fisici che ha lo scopo di mantenere alto lo stato di salute, noi creiamo una regola, e se questa nuova regola continuiamo a ripeterla, allora diamo inizio alla dinamica della ritualità.

Perché il rituale ci aiuta a compiere più facilmente quei gesti importanti per la nostra salute. È il nostro cervello che ama la ritualità e desidera averne almeno una al giorno!

Così, se tra una mail inviata e un’altra, l’occhiata ad un video simpatico su whatsapp o ai fornelli oppure attendendo il download del film da vedere con la famiglia riusciamo a frammentare la sequenza di esercizi che vogliamo eseguire ogni giorno, non solo manteniamo lo slancio e la volontà di fare, ma stabiliamo la nostra routine e rispettiamo la nostra ritualità.

In questo momento così particolare che stiamo vivendo può non essere essenziale cosa si fa, quando e come si fa l’attività fisica in casa, ma che ci si muova ogni giorno un po’. L’abitudine al movimento che possiamo creare riveste la stessa importanza del lavarsi spesso le mani per evitare il contagio. Serve solo la volontà. 

Non dimentichiamo che chi rispetta il suo rituale di attività fisica ha difese immunitarie più efficienti di chi non si muove e, oltre ad avere una barriera contro infezioni e infiammazioni, è in grado di attenuare i sintomi di qualsiasi malattia virale a cui eventualmente si è esposto.

Non si tratta soltanto di muoversi perché siamo rimasti troppo fermi e quindi va da sé che ci si attivi, ma perché si mantiene così un buon metabolismo, un regolato ciclo sonno-veglia, una corretta regolazione ormonale, l’efficienza delle funzioni neurovegetative e, soprattutto, del sistema immunitarioMuoversi in casa, oggi, significa prevenire il contagio virale e lo sviluppo di molte malattie note (prevenzione primaria); inoltre, significa potenziare l’organismo e l’effetto di eventuali farmaci assunti riducendo la probabilità di riammalarsi (prevenzione secondaria). 

Il movimento è anche lo strumento più efficace che abbiamo a disposizione per ridurre i mediatori dello stress, per liberare le sostanze riequilibranti come dopamina, serotonina e energizzanti come le endorfine e ritrovare costantemente il proprio equilibrio interiore senza cadere nell’ansia o nella depressione. 

Oggi è più che mai di vitale importanza limitare l’inattività e, se le restrizioni sanitarie e governative hanno sconvolto la routine delle attività giornaliere e della vita di migliaia di persone, fare o mantenere una regolare attività fisica è una precauzione come lavarsi spesso le mani.

Un po’ di attività fisica è meglio di niente e “più” è meglio di “meno”!

1. RICEVI UN CONSULENZA GRATUITA DA ROBERTO TRAVAN PER MIGLIORARE IL TUO STATO DI SALUTE CON IL MOVIMENTO:

➡ Invia ora una mail a roberto.travan@alice.it – Oggetto: “Consulenza Gratuita”


2. RICEVI ALTRE NEWS SU SALUTE, ALIMENTAZIONE e MOVIMENTO GRATUITAMENTE:

ISCRIVITI QUI


3. SCOPRI I DUE LIBRI DI ROBERTO TRAVAN e segui i consigli per essere sempre in buona salute e alzare la tua difesa immunitaria grazie al MOVIMENTO:

Da Domani Mi Muovo – 1 – La Storia
“Questo libro aiuta davvero a pensare di dare un senso a ciò che si fa: non è la capacità tecnica decisiva o l’abilità, ma ciò che si chiede a se stessi.
Atleta o persona semplice che sia, oggi più che mai ciascuno deve sentirlo forte e perseguirlo con determinazione. Il movimento è una necessità.” – dalla prefazione di Deborah Compagnoni.
ACQUISTA IL LIBRO QUI

Da Domani Mi Muovo – 2 – L’Inizio
“Questo è un libro che riguarda tutti noi, sportivi e non. Fare movimento, fare esercizio fisico aiutano nella vita fino da quando, giovani, pratichiamo lo sport. Scegliere di continuare ci aiuta a sentirci giovani e a mantenerci in salute. Il corpo che abbiamo ci deve accompagnare per un lungo cammino ed il nostro compito è di mantenerlo sempre nelle migliori condizioni possibili.” – dalla prefazione di Alberto Tomba
➡  ACQUISTA IL LIBRO QUI


4.SCOPRI IL METODO “Da Domani mi Muovo” (GUARDA IL VIDEO)

Un video corso di 19 lezioni dove Roberto Travan ti accompagnerà in un percorso di cambiamento per migliorare la tua salute.
GUARDA ORA IL VIDEO

roberto-travan

Lascia un commento